Giulia Lazzaron (Ph. Alberto Douglas Nave)

Giulia Lazzaron è una giovane artista contemporanea, con una discreta esperienza alle spalle e tanti progetti da portare avanti.

Ha appena terminato l’esposizione “Animalia Timida Lucis“, tenutasi negli spazi dello studio @lookingforart e già si butta a capofitto sul nuovo progetto “Venere” ideato con la curatrice Alisia Viola, che è colei che dà un’anima letteraria al progetto, curandone i testi abbinati alle varie opere, per formare un sodalizio femminile di qualità e spessore.

“Il progetto nasce dall’incontro con la curatrice Alisia Viola – spiega Giulia – dove abbiamo deciso di far conoscere il movimento #bodypositive attraverso l’arte, comunicandolo attraverso i nostri mezzi. Io sono l’artista del progetto Venere e mi esprimo soprattutto attraverso il disegno su fotografia, le opere in questione sono state fatte quasi tutte in digitale con la tavoletta grafica, un mezzo che sto utilizzando in particolare in quest’ultimo periodo, più o meno da quando siamo entrati in lockdown in primavera“.

Oltre alle opere, una menzione particolare merita l’agenda Venere 2021 e l’agenda Deluxe Art con planner settimanale e una parte libera come taccuino per appunti. Nel progetto, di cui fa parte anche Giulia Maglionico, spiccano le opere delle due artiste e i testi critici di Alisia Viola e Francesca Baboni ed è acquistabile on line sul sito 13sedicesimi.com dove è possibile personalizzarne l’acquisto.

“Venere sarà presto anche un libro d’arte – chiude la 28enne milanese -. L’archetipo Venus riletto in chiave #bodypositive. Opere mie edite da Montabone collana INarte. Testi critici di Francesca Baboni e Alisia Viola, contenuti di Carmen Mastrangelo e Laura Brioschi. Sarà presto acquistabile online sui siti e nelle librerie Feltrinelli, Ibs e Il Libraccio. Un ringraziamento particolare anche agli sponsor Posterland, Stile PC, Mobular, Il Punto Edile, Stefano Delta, Douglas Alberto Nave e la Libreria Bocca dal 1775, con il patrocinio del Comune di Milano e della Presidenza della Repubblica“.

Fonte: https://milanocitylife.wordpress.com/2020/11/11/giulia-lazzaron-e-il-progetto-venere/?fbclid=IwAR3YvLMny0Z8RRhyYr–20plX-mANruPdazhWnuZT8_c67fW3a5A0CXZcLQ/